Andrew Baserga - Orchideria di Morosolo - una medicina per l' anima

Vai ai contenuti

Menu principale:

Intervista ad Andrew Baserga

1 - Come si è  verificato il tuo primo incontro con le orchidee? Come ti sei appassionato?    
Sono sempre stato appassionato di piante nel lontano 86 al militare facevo il giardiniere, ma il mio primo vero incontro è stato al ikea poi ho iniziato ad informarmi ed andare a mostre, mi sono appassionato per la loro bellezza e la sua diversità nei confronti dei altri fiori
 
2 - Da quanti anni? 
Più o meno da 4 anni
 
3 - Quante piante hai? 
77 tutte catalogate con targhette per luce, temperatura, acqua, fertilizzante e riposo
 
4 - Quali piante costituiscono il cuore della tua collezione? 
Tutte ognuna ha il suo fascino
 
5 - Attualmente quali preferisci? (genere, miniature, profumate, provenienza ecc) 
tutte resto incantato dai fiori e dalle foglie se fosse per me le comprerei tutte e trasformerei la casa in una grande serra
 
6 - Come coltivi? (casa, serra, orchidario) 
nella serra costruita da me, gli ho messo luci solari  nebulizzatori , unificatore filtro aria anti batteri, riscaldamento ed una fontana
 
7 - Usi l’illuminazione artificiale? Se si di che tipo? Ne sei soddisfatto? 
Uso 4 faretti al led tipo sole rosse blue e verdi e 2 fari ai ioduri si per il momento
 
8 - Solitamente gli appassionati trovano soluzioni a volte geniali per risolvere i vari problemi di coltivazione casalinga. Hai qualche idea da segnalare? 
Sono ancora alle prime armi perciò non so che consigli dare, per il momento ho fatto alcuni vasetti scavati da pezzi di tronchi di sughero con sotto la rete così non ho nessun ristagno d acqua
 
9 - E quali errori? 
Vari, ho dei problemi durante la fioritura su alcune specie, a volte troppo poca acqua
 
10 - E i tuoi sogni nel cassetto? 
Saperne di più sulla coltivazione e riuscire a fare la coltivazione di orchidee
 
11 - La coltivazione e quindi la passione per le orchidee ha influito sul rapporto con te stesso e con chi ti sta vicino, Se si in che modo? 
Con me stesso si quando vengo a casa del lavoro vado nella mia serra e le guardo se stanno tutte bene e se vi è quale nuova fioritura, mi danno felicità , gli parlo, le dico quanto sono belle, ma se ve ne qualcuna che sta morendo le presto più attenzione e gli do coraggio, la persona che ho vicino non riesce a capirmi ma non fa nulla, perché io sono felice e tranquillo con loro 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu